Memoria e Futuro: il David di Michelangelo a Expo 2020 Dubai Memoria e Futuro: il David di Michelangelo a Expo 2020 Dubai

Torna alla home page

Memoria e Futuro: il David di Michelangelo a Expo 2020 Dubai

Rinascimento, eccellenze tecnologiche, patrimonio culturale e patrimonio digitale: la Galleria dell’Accademia di Firenze, sotto l’egida del Ministero dei Beni Culturali e Turismo e del Commissariato italiano per Expo 2020 Dubai, guida il più sofisticato progetto di ri-produzione ad alta tecnologia del capolavoro di Michelangelo in un’operazione che unisce la memoria storica a un presente di innovazione.

Tra memoria e futuro, il gemello del David andrà a Dubai per essere collocato al centro del Padiglione dell’Italia alla prossima Esposizione Universale. Il progetto, che rilancia la bellezza dell’Italia e delle sue città d’arte, prevede anche la realizzazione del “making of” della riproduzione stessa in modo da offrire ai visitatori e come eredità di Expo 2020 Dubai la rappresentazione delle tante competenze multidisciplinari coinvolte.

Il percorso verso Dubai

Digitalizzazione del David

Sono tante le sfide presentate dal progetto di digitalizzazione del David, una collaborazione tra il Commissario Generale di Sezione per l’Italia per Expo Dubai 2020, il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, il Museo della Galleria dell’Accademia di Firenze e il Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale dell’Università degli Studi di Firenze

Un progetto che coinvolge un team di tecnici e ricercatori del mondo universitario e industriale, coordinato dalla Professoressa Grazia Tucci, per mettere a sistema competenze specialistiche differenti.

Digitalizzazione – gli step: Predisposizione del set di acquisizione | Acquisizione dei dati | Digitalizzazione dei dati | Elaborazione dei dati | Analisi dei dati | Preparazione dei file di stampa

Il caso dell'opera michelangiolesca richiede di superare difficoltà logistiche e operative non trascurabili, come quelle legate alla dimensione dell'opera e alla necessità di rilevarla "a tutto tondo". Proprio per spingersi verso un elevatissimo dettaglio della ri-produzione digitale si sono voluti mutuare strumenti e metodi propri del settore industriale, grazie al coinvolgimento di Hexagon, che collaborerà con il gruppo di ricercatori geomatici - come sono oggi definiti gli esperti di misura e digitalizzazione - dell'Università degli Studi di Firenze.

QUI tutti i dettagli

Riproduzione fisica del David

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Suspendisse blandit nec nisi nec tempus. Nulla facilisi. Aliquam maximus, arcu eu aliquam hendrerit, eros dui pretium magna, quis pellentesque turpis leo imperdiet augue. Nunc tempor turpis eget justo lobortis volutpat. Donec laoreet justo id odio imperdiet, quis finibus tellus volutpat. Pellentesque fermentum sem vel sapien sodales posuere vitae eu lorem. Duis sit amet turpis sed libero interdum scelerisque eget id augue. Quisque nisl magna, congue id tellus nec, fermentum ultricies nisl. Aenean non interdum arcu. Nunc scelerisque risus sed convallis sodales. Maecenas placerat eget tellus id ullamcorper. Aliquam quis suscipit mauris, et consectetur justo. Vestibulum ante ipsum primis in faucibus orci luctus et ultrices posuere cubilia curae;

Scroll
Loading
Indietro