A due anni da Expo 2020 Dubai

Il 20 ottobre 2018 segna una data importante per i Paesi partecipanti ad Expo 2020 Dubai: i due anni dall’apertura di Expo 2020 la prima Esposizione Universale che si svolge in un Paese arabo, cinque anni dopo l’Expo di Milano del 2015.

Per celebrare il percorso di avvicinamento, molti Partner del Commissariato italiano hanno organizzato eventi ed iniziative su tutto il territorio nazionale, per comunicare i temi di collaborazione e promuovere quelli della partecipazione dell’Italia all’evento del 2020.

Si è svolto a Milano il 19 Ottobre l’evento di lancio della collaborazione tra l’Università’ degli Studi di Milano-Bicocca e il Commissariato italiano per Expo 2020 Dubai,  progetto scientifico e formativo sui temi della biodiversità, della tutela delle specie marine e dell’acqua per poi proseguire lo stesso giorno in Regione Lombardia con l’annuncio di un grande concorso realizzato in collaborazione con Politecnico di Milano e Camera di Commercio di Milano per i giovani designer italiani che vogliono confrontarsi e competere per portare a Dubai le loro idee e le loro opere d’ingegno.

La Joint Italian Arab Chamber of Commerce (JIACC)  ha ospitato a Roma il 17 Ottobre, nella sede di Confindustria, il secondo Italian Arab Business Forum, a cui ha partecipato un importante delegazione economica economica proveniente dagli Emirati Arabi Uniti e guidata da Ministro dell’Economia degli EAU, H.E.Sultan bin Saeed Al Mansoori. Si tratta della seconda edizione di una manifestazione il cui obiettivo è rafforzare le relazioni tra l’Italia, gli Emirati Arabi Uniti e tutto il mondo Arabo, attraverso l’incremento dei flussi commerciali e degli investimenti bilaterali, anche in vista della prossima Esposizione Universale del 2020.

Il 19 ottobre  il Milan Center for Food, Law and Policy, nato con Expo Milano 2015 e presieduto da Livia Pomodoro, ha organizzato la conferenza stampa di presentazione del Forum Internazionale di Genova  “Nuovo Artico, Vecchio Mediterraneo” forum che, dall’Artico al Mediterraneo si propone di approfondire insieme alla comunità scientifica le complesse questioni legate alla regolamentazione internazionale e alla tutela dei diritti, alla sostenibilità e al climate change. Lo stesso giorno in collaborazione con l’Acquario di Genova, l’Acquario di Milano e il Museo Civico di Storia Naturale di Milano, Milano Bicocca ha inaugurato la mostra: “Meduse, universo trasparente” e si è svolta  la presentazione del brano musicale “Dialogo con il mare” scritto appositamente per l’Esposizione Universale che si terrà a Dubai.

In occasione dell’ECoC family meeting delle Capitali europee della Cultura che si è tenuto Matera il 20 Ottobre il Commissariato ha sottoscritto il progetto di collaborazione con Matera 2019  e si è parlato di come l’Expo di Dubai 2020 rappresenti la piattaforma ideale per la promozione internazionale delle produzioni culturali originali e per il consolidamento e la nascita di partnership europee e internazionali.

Il 22 a Roma a Palazzo Venezia si è svolto l’incontro organizzato dal MIUR-Futura Italia “La Scuola italiana verso Expo 2020 Dubai, connettere e promuovere innovazione. Cultura digitale e formazione esperienziale”, alla presenza degli Ambasciatori di alcuni dei Paesi partecipanti ad Expo 2020, del direttore del World Water Assessment Programme (WWAP) dell’UNESCO e di altri importanti ospiti nazionali e  internazionali.

Si  è parlato dei numerosi progetti della scuola italiana in occasione del grande appuntamento internazionale di Dubai 2020, della scuola italiana protagonista dal G7 al G20 delle simulazioni (hackathon) internazionali, del punto di vista della scuola italiana sulle risorse idriche con i ragazzi vincitori dei world water-hack, di design e di architettura del futuro con il primo hack della scuola sull’edilizia scolastica, dello sport del futuro al tempo dei big data, della parità di genere, della partecipazione della scuola italiana al Global Education and Skills Forum di Dubai e di molto altro.

E’ partito così un percorso che si intensificherà nei prossimi mesi e che coinvolgerà tutti i territori italiani e le nostre eccellenze per creare un progetto complessivo di partecipazione che porterà l’Italia ad uno degli eventi più attesi del prossimo decennio, occasione unica per la promozione e l’internazionalizzazione del nostro sistema Paese

Eventi pubblici, mostre d’arte, conferenze scientifiche e culturali, festival, spettacoli, e molto altro ancora, delineeranno il percorso dell’Italia in movimento verso Expo 2020 Dubai per generare sempre di più maggiore consapevolezza sull’evento e far crescere l’attenzione e la partecipazione sul tema scelto da Dubai per la manifestazione – “Connecting Minds, Creating the Future” – che chiama a raccolta la popolazione mondiale sul potere della collaborazione tra i popoli per generare un futuro migliore.

L’Italia parteciperà alla sfida con un progetto di partecipazione intitolato “La Bellezza unisce le persone”, dove bellezza è intesa non in senso puramente estetico ma come connessione, come competenza, come innovazione e come veicolo della conoscenza, un codice di valori che da sempre contraddistingue l’identità italiana.

Protagonisti assoluti, i progetti dei Partner del Commissariato italiano a Expo 2020 Dubai: realtà del mondo accademico, scientifico, dell’imprenditoria, della cultura, della creatività, dello sport e dei media (clicca qui per vedere i Partner del Commissariato).

Dubai UAEDubai UAE